Tu sei qui: Home Amministrazione Trasparente Altri Contenuti - Corruzione Whistleblowing - Segnalazione illeciti
Azioni sul documento

Whistleblowing - Segnalazione illeciti

creato da admin
Info
ultima modifica 12/11/2020 10:55

Segnalazioni illeciti da parte di dipendenti dell'Ente e dai dipendenti e collaboratori delle imprese fornitrici e realizzatrici di opere pubbliche della stessa.

L’articolo 54 bis del Decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165, introdotto dalla Legge Anticorruzione n.190/2012 e poi modificato dalla Legge n.179/2017, introduce le “Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato”, il cosiddetto whistleblowing.

In particolare, il comma 5 dispone che, in base alle nuove linee guida di ANAC, le procedure per il whistleblowing debbano avere caratteristiche precise. In particolare “prevedono l’utilizzo di modalità anche informatiche e promuovono il ricorso a strumenti di crittografia per garantire la riservatezza dell’identità del segnalante e per il contenuto delle segnalazioni e della relativa documentazione”.
La Provincia di Teramo utilizza GlobaLeaks, un software open-source gratuito sviluppato dal Centro Hermes per la Trasparenza e i Diritti Umani e Digitali, adottando la piattaforma informatica prevista per adempiere agli obblighi normativi e in quanto ritiene importante dotarsi di uno strumento sicuro per le segnalazioni.
Le caratteristiche di questa modalità di segnalazione sono le seguenti:

  • Separa i dati identificativi del segnalante dal contenuto della segnalazione, prevedendo l'adozione di codici sostitutivi dei dati identificativi, in modo che la segnalazione possa essere processata in modalità anonima e rendere possibile la successiva ricostruzione dell'identità del segnalante nei soli casi consentiti;
  • Gestisce le segnalazioni in modo trasparente attraverso un iter procedurale definito e comunicato all'esterno con termini certi per l'avvio e la conclusione dell'istruttoria;
  • Mantiene, per quanto possibile, riservato il contenuto delle segnalazioni durante l'intera fase di gestione della segnalazione;
  • Adotta protocolli sicuri per il trasporto dei dati in rete nonché l'utilizzo di strumenti di crittografia per i contenuti delle segnalazioni e dell'eventuale documentazione allegata;
  • Adotta adeguate modalità di conservazione dei dati e della documentazione (fisico, logico, ibrido);
  • Adotta politiche di tutela della riservatezza attraverso strumenti informatici (disaccoppiamento dei dati del segnalante rispetto alle informazioni relative alla segnalazione, crittografia dei dati e dei documenti allegati);
  • Adotta politiche di accesso ai dati (funzionari abilitati all'accesso, amministratori del sistema informatico).

Maggiori indicazioni sono disponibili sul documento in allegato: "definizione delle linee procedurali per la segnalazione di illeciti o irregolarità e disciplina della tutela del segnalante di illeciti".

Le segnalazioni possono essere inviate da https://anticorruzione.provincia.teramo.it

Il manuale utente è disponibile in allegato al presente articolo.

Segnalazioni illeciti da parte dei cittadini

I cittadini che intendono segnalare situazioni di illecito (fatti di corruzione ed altri reati contro la pubblica amministrazione, fatti di supposto danno erariale o altri illeciti amministrativi) commessi nell'Ente - Provincia di Teramo, di cui sono venuti a conoscenza possono utilizzare il modello allegato.
La segnalazione deve essere inoltrata al Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e Trasparenza e può essere presentata secondo una delle seguenti modalità:

  • mediante invio all'indirizzo di posta elettronica: anticorruzione@provincia.teramo.it (firmata digitalmente o con firma autografa e scansionata).
  • a mezzo del servizio postale, in busta chiusa, indirizzata al Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e Trasparenza, Via G. Milli, 2 - 64100 Teramo, recante la seguente dicitura: "Riservata personale";
  • a mezzo consegna a mano presso l'Ufficio Protocollo della Provincia di Teramo, Via G. Milli, 2 - Teramo, in busta chiusa, indirizzata al Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e Trasparenza, recante la seguente dicitura: "Riservata personale".
Allegati

Valuta la qualità complessiva di questo articolo. Grazie

0.0
Nessuna valutazione inserita