Tu sei qui: Home Eventi Spazio Tre. XXIII edizione "Scena d'autunno". Perchè Shakespeare non era una donna?
Azioni sul documento

Perchè Shakespeare non era una donna?

creato da Volontari Servizio Civile
Info
ultima modifica 27/10/2017 09:55

Piccolo viaggio attraverso Una stanza tutta per sé di Virginia Woolf di e con Roberta Santucci

Data (Europe/Rome / UTC100)
Dove Teatro Comunale (TE)
Aggiungi evento al calendario iCal

Il tentativo di dare una risposta  a questa provocatoria, ricorrente, legittima domanda è affidato alle parole di Virginia Woolf  che nel suo Una stanza tutta per sè , saggio basato su due conferenze che la scrittrice aveva tenuto nelle università di Oxford e Cambridge sul tema de "le donne e il romanzo",  analizza  con ardore e intelligenza le ragioni della "riprovevole povertà del sesso femminile".  In questo testo Virginia Woolf dà  voce a  tutte quelle donne che, nei secoli, "hanno partorito e allevato innumerevoli figli" senza avere la possibilità di potere aspirare ad altro nella loro vita se non a essere mogli e madri, a  tutte quelle donne che  per secoli sono state considerate  "intellettualmente, moralmente e fisicamente inferiori agli uomini" . Ma questo saggio, che in realtà ha tutta la fascinazione di un romanzo, è molto di più: è una interessantissima analisi dei meccanismi del potere,  è un invito alla riflessione sulla lotta individuale che in molti esseri umani si combatte quotidianamente tra il talento e la necessità, tra le aspirazioni personali e la possibilità di realizzarle ed è un inno alla  cooperazione dei due sessi e al trionfo della poesia.

In questa lettura scenica le parole della scrittrice e quelle dell'attrice vi travolgeranno rendendo la vostra anima "incandescente come quella dello scrittore prima dell'atto della creazione poetica!"

Ricerca
Cerca nei contenuti

Cerca persone e servizi