Tu sei qui: Home Sala Stampa La Provincia affida la gestione di quarantasette aree verdi ai privati
Azioni sul documento

La Provincia affida la gestione di quarantasette aree verdi ai privati

creato da Ufficio Stampa
Info
pubblicato 07/08/2019 12:31

Pubblicato bando e disciplinare: l’elenco dei luoghi è destinato ad aumentare.

Al momento sono 47 le aree verdi che potranno avere uno sponsor privato ma l’elenco è destinato ad aumentare. E’ stato pubblicato il bando e il disciplinare per il progetto di manutenzione degli spazi verdi: rotonde, spazi adiacenti le strade provinciali, giardini di scuole da tenere in ordine in cambio di pubblicità gratuita laddove consentito dal Codice della strada o di targhe di ringraziamento dell’ente con citazione dello sponsor (nel caso delle rotonde) o ancora di sponsorizzazioni con carattere di comunicazione sociale.

Il privato dovrà garantire il programma manutentivo previsto da un “Disciplinare Tecnico” appositamente studiato dal servizio Concessioni dell’ente; il funzionario responsabile, Alessandro Di felice, ha anche individuato le specie arboree congruenti con i luoghi. 
La durata dell’affidamento non potrà essere inferiore a tre anni.

I Comuni interessati sono: Martinsicuro; Controguerra; Teramo; Campli;  Mosciano S. Angelo; Tortoreto;  Castilenti; Colledara; Roseto degli Abruzzi; Castiglione Messer Raimondo.

Info e documentazione al link: http://www.provincia.teramo.it/aree-tematiche/finanza-e-contabilita/concessioni/avviso-pubblico-per-l-affidamento-in-adozione-di-aree-verdi-della-provincia-di-teramo/

«Questi sono gli scambi virtuosi fra pubblico e privato – ha affermato il presidente Diego Di Bonaventura presentando l’iniziativa questa mattina in conferenza stampa insieme ai consiglieri delegati Lanfranco Cardinale e Gennarino Di Lorenzo e del responsabile di procedimento Alessandro Di Felice – il successo della cena sospesa ai Prati di Tivo è una testimonianza di come questo connubio porti risultati molto positivi. Su questa strada intendiamo proseguire pensando, ad esempio, ad un bando per i beni comuni risolvendo in questo modo il problema degli spazi per le associazioni o allungando la lista degli spazi da far gestire e penso ai Giardini Pannella a Teramo. E’ un segnale nei confronti della comunità perché la nostra volontà è quella di cercare la collaborazione dei cittadini e delle imprese nella convinzione che tutti abbiamo da guadagnarci e che questo tipo di operazioni aumenta la consapevolezza dei cittadini nei confronti del valore del bene pubblico. L’ente non ha speso nulla solo il lavoro dell’ufficio competente”.

E a questo proposito, ha sottolineato il consigliere Cardinale: “Va dato merito al funzionario Di Felice di aver studiato a fondo la materia e di aver trovato le soluzioni giuste superando anche quell’approccio da burocrazia difensiva che spesso impedisce alle buone idee di decollare. Non parliamo solo di manutenzioni ma di decoro del paesaggio e di un nuovo modo di intendere il rapporto con il cittadino”.

“Il decoro è un biglietto da visita per il territorio, gli studi dimostrano che il decoro urbano oltre a impattare sull’immagine estetica e turistica ha un ruolo sul benessere fisico e sull’umore – ha sostenuto Gennarino Di Lorenzo -  con la nostra iniziativa abbiamo tracciato un percorso anche per i Comuni che mi auguro vogliano seguire questo esempio”.

L’elenco delle aree individuate non è esaustivo di tutte le possibilità, come specificato da Alessandro Di Felice:Le proposte possono arrivare anche dai privati anzi è auspicabile un interesse dal basso.  il regolamento e il disciplinare, infatti, si  ispirano all’articolo 118 della Costituzione che prevede che gli enti locali “favoriscano” l’autonoma iniziativa  dei cittadini singoli e associati per lo svolgimento di attività di interesse generale in base al principio della sussidiarietà. Con iniziative come queste si stimola, in maniera corretta, la partecipazione del cittadino alla cosa pubblica e si migliora il rapporto fra comunità e istituzioni”.

archiviato sotto: ,

Valuta la qualità complessiva di questo articolo. Grazie

1.25
Ricerca
Cerca nei contenuti

Cerca persone e servizi