Tu sei qui: Home Sala Stampa Progetto Paride: a Hera Luce la gestione del primo lotto (Costa Blu Nord) Si parte a gennaio: è la rete smart grid pubblica più ampia d’Italia con dentro 33 Comuni
Azioni sul documento

Progetto Paride: a Hera Luce la gestione del primo lotto (Costa Blu Nord) Si parte a gennaio: è la rete smart grid pubblica più ampia d’Italia con dentro 33 Comuni

creato da Ufficio Stampa
Info
ultima modifica 05/01/2017 13:55

 

La società del Gruppo Hera gestirà con la Provincia di Teramo i progetti di riqualificazione dell’illuminazione pubblica nei comuni di Bellante, Civitella del Tronto, Colonnella, Controguerra, Giulianova, Martinsicuro e Tortoreto. Si tratta, complessivamente, di oltre 19.400 punti luce, con un risparmio energetico medio di oltre il 65% rispetto allo stato di partenza degli impianti. Tra le opere previste anche servizi smart, come videosorveglianza, access point, colonnine di ricarica per veicoli elettrici e totem multimediali; ogni Comune ha potuto personalizzare i servizi.

E’ stata presentato questa mattina in conferenza stampa il primo “pacchetto” operativo del progetto europeo Paride che viene avviato  in sette comuni della provincia di Teramo (lotto Costa Blu Nord); la gestione dell’illuminazione pubblica e dei servizi è affidata ad Hera Luce, società del Gruppo Hera e secondo gestore italiano del settore, che si è aggiudicata la gara.

 

da sx: Lucio Ricci (Agena); Alessandro Battistini (direttore Hera Luce); Massimo Vagnoni (consigliere provinciale delegato all'energia); Fabio Ruffini, assessore Comune di Giulianova

 

L’affidamento a Hera Luce dei servizi di illuminazione pubblica e dei relativi progetti di riqualificazione energetica è operativo da gennaio a Martinsicuro e da marzo a Giulianova, Civitella del Tronto, Colonnella, Controguerra, e Tortoreto, mentre a Bellante partirà nei mesi successivi, appena conclusi i passaggi formali con l’Amministrazione Comunale.

Il Progetto Paride, presentato dalla Provincia di Teramo, è stato finanziato con fondi europei del programma ‘Energia Intelligente’, destinati a interventi di efficientamento energetico in 33 comuni. E’ prevista la sostituzione complessiva di circa 60.000 punti luce in tutto il territorio provinciale con investimenti privati per oltre 25 milioni di euro. Si tratta di un progetto pilota in Europa e oggi rappresenta la rete smart grid pubblica più ampia d’Italia; gli altri due lotti (Gran Sasso, capofila il capoluogo teramano affidato alla ditta Artistica srl e  Costa Sud affidato a Ceie Power spa-Ceit Impianti) saranno avviati nelle prossime settimane ed entro marzo, come ricordato dal dirigente provinciale che ha seguito il progetto, Leo Di Liberatore, la Commissione Europea sarà a Teramo con i suoi rappresentanti per sancire, con un evento conclusivo, gli obiettivi raggiunti.

“Un risultato davvero significativo e per certi versi insperato considerato il fatto che sia la tipologia di gara che il numero di enti locali coinvolti ne fanno un unicum nel suo genere. Adesso la parola passa agli enti locali che, insieme alle società di scopo, potranno personalizzare e implementare i servizi scelti – commenta il presidente Renzo Di Sabatino – Paride comincia ora e ha dimostrato quanto sia indispensabile, per produrre vero cambiamento, ragionare in termini di area vasta e di aggregazione. Sarà fondamentale, in questi mesi, informare e formare i cittadini, comunicare e dialogare con loro per far percepire fino in fondo la portata dei servizi che si andranno ad introdurre".

Hera Luce, che si è aggiudicata la gara Costa Blu Nord a fronte di una offerta pari a 9 milioni di euro, realizzerà in stretta collaborazione con la Provincia di Teramo e le Amministrazioni Comunali interessate programmi di restyling ed efficientamento del servizio, aumentandone la sicurezza e contenendo in modo significativo i consumi energetici.

Hera Luce, che ha sede a San Mauro Pascoli, nella provincia di Forlì-Cesena, attualmente opera in oltre 60 comuni italiani e gestisce circa 300.000 punti luce con criteri che puntano soprattutto all’efficienza energetica e all’innovazione.

Un risparmio energetico medio di oltre il 65%, grazie a tecnologie d’avanguardia (vedi dettaglio in allegato)

La prevista riqualificazione degli impianti dei sette Comuni del primo lotto porterà all’efficientamento complessivo di oltre 19.400 punti luce, oltre 13.000 dei quali vedranno la sostituzione dei corpi illuminanti con lampade a led.

Il led (light emitting diode) è la sorgente luminosa attualmente di riferimento nell’ambito dell’efficientamento dell’illuminazione pubblica, permette una migliore illuminazione con minore impiego di energia, garantendo così un alto livello di sicurezza sia nei passaggi pedonali sia per la viabilità.

Secondo il progetto, le opere di messa a norma e messa in sicurezza degli impianti prevedono, fra l’altro, la sostituzione e la posa di linee elettriche, la sostituzione dei quadri elettrici, l’installazione di orologi astronomici e di un sistema di telegestione e telecontrollo su ogni punto luce, il rifacimento di polifore interrate, la sostituzione dei sostegni.

Grazie all’uso del led e di tecnologie all’avanguardia per gli interventi, sarà possibile raggiungere un risparmio energetico medio di oltre il 65% rispetto allo stato di partenza degli impianti, equivalente a oltre 1.500 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) l’anno, con una riduzione delle emissioni di anidride carbonica pari a 3.226 tonnellate/anno.

 

Maggiore sicurezza con videosorveglianza, servizi smart e un numero di pronto intervento dedicato

Il progetto di ‘rete intelligente’ prevede una serie di servizi tecnologici innovativi smart, che ogni Comune potrà personalizzare. Prima fra tutti la videosorveglianza, attraverso l’installazione e l’attivazione di telecamere distribuite su tutti i territori comunali. In questo modo ai cittadini sarà possibile garantire un livello di sicurezza ancora maggiore.

Hera Luce provvederà anche per ciascun comune alla fornitura di servizi smart aggiuntivi come access point, totem informativi multimediali, colonnine di ricarica per i veicoli elettrici e colonnine per le chiamate di soccorso.

A tutti i cittadini dei comuni serviti, infine, Hera Luce dedica un servizio tramite il quale potranno segnalare direttamente eventuali guasti o malfunzionamenti: gratuito e attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno, è utilizzabile telefonando al numero verde 800.498616 (sia da rete fissa sia da cellulare).

Soluzioni personalizzate per ciascuna realtà territoriale

I sette Comuni che fanno parte per primo lotto del Progetto Paride presentano una situazione molto diversa tra loro per caratteristiche di tipo territoriale: Martinsicuro, Tortoreto e Giulianova sono molto urbanizzati, hanno accesso diretto al mare e quindi esigenze dettate dalla stagionalità. Necessitano di vari tipi di impianti d’illuminazione di arredo, soprattutto nei lungomare.

Colonnella, Controguerra, Civitella del Tronto e Bellante, invece, sono comuni collinari e pedecollinari, con centri storici di origine medievale, che necessitano di punti luce di arredo in stile e di un tipo d’illuminazione che valorizzi ulteriormente il loro contesto storico-artistico.

Per valutare attentamente gli interventi da progettare, Hera Luce, oltre a tenere conto di queste diverse caratteristiche, ha svolto il rilievo dello stato degli impianti in tutti i territori comunali, dando la possibilità a ogni Amministrazione di valutare la consistenza dei propri impianti, le problematiche esistenti e il risparmio attuabile.

 

“Paride è un progetto pilota per l'Europa per l'alto numero di Comuni che è riuscito ad aggregare con l'obiettivo della riqualificazione dell'illuminazione pubblica e dell'introduzione di reti e servizi cosiddetti intelligenti – dichiara il consigliere provinciale Massimo Vagnoni – non era scontato e la Provincia si è misurata con procedure e metodi innovativi anche nel processo organizzativo e amministrativo. Doveroso il ringraziamento all'agenzia per l'energia, Agena, per il prezioso compito svolto e ai settori tecnici dell'ente”.

 

“L’intervento previsto in questi Comuni, dice Alessandro Battistini, Direttore Generale di Hera Luce, porterà a un miglioramento sia del confort visivo per i cittadini sia del livello di efficienza energetica dei servizi di illuminazione pubblica per oltre il 65%, rispetto allo stato di partenza degli impianti interessati. Un risultato importante, che raggiungeremo grazie all’utilizzo di tecnologie di ultima generazione, selezionate adottando i Criteri Ambientali Minimi per l’illuminazione pubblica sviluppati secondo le indicazioni della politica europea. Da sempre Hera Luce è impegnata nella ricerca di soluzioni per rendere le città sempre più efficienti e smart e utilizza già lampade a basso consumo nell’84% dei punti luce e nel 77% degli impianti semaforici gestiti. Il Gruppo Hera, in generale, desidera infatti essere per le Amministrazioni locali non solo il fornitore di un servizio, bensì un partner qualificato con cui sviluppare progetti in grado di valorizzare il territorio e migliorare la sostenibilità ambientale.”

Nel corso della conferenza stampa sono intervenuti fra gli altri i sindaci di Colonnella, Leandro Pollastrini e di Bellante, Giovanni Melchiorre, l’assessore comunale di Giulianova, Fabio Ruffini, l’amministratore di Agena, Lucio Ricci; l’ex assessore all’ambiente della Provincia, Francesco Marconi, che ha avviato il progetto durante la sua consiliatura.

 

Teramo 5 gennaio 2017

 

Cartella stampa e materiali in collaborazione con

Cecilia Bondioli

responsabile rapporti con i media ed editoria

direzione centrale relazioni esterne

HERA S.p.A. Viale Carlo Berti Pichat, 2/4  40127 Bologna

www.gruppohera.it

Allegati

Valuta la qualità complessiva di questo articolo. Grazie

3.33333333333
Ricerca
Cerca nei contenuti

Cerca persone e servizi