Tu sei qui: Home Sala Stampa Il consigliere Frangioni incontra la Consulta provinciale degli studenti. Il punto sugli investimenti e sulle riaperture di settembre.
Azioni sul documento

Il consigliere Frangioni incontra la Consulta provinciale degli studenti. Il punto sugli investimenti e sulle riaperture di settembre.

creato da Ufficio Stampa
Info
pubblicato 05/05/2021 13:48

Prossimo incontro in Regione per definire la vicenda della palestra Mazzini di Teramo, la Provincia ha stanziato i costi per la riapertura e la manutenzione.

Questa mattina una delegazione della Consulta provinciale degli studenti si è incontrata con il consigliere delegato all'edilizia scolastica, Luca Frangioni. I ragazzi si sono confrontati su una serie di questioni riguardante in particolare i lavori ordinari di manutenzione e la disponibilità di nuove aule sia alla luce delle esigenze che derivanti da nuove iscrizioni sia dalle criticità generate prima dalle inagibilità sismiche e poi dalle disposizioni sul distanziamento sociale causa pandemia.

"Come sempre devo rilevare il grado di preparazione e maturità della Consulta con la quale, sin dall'inizio del mandato, ho stabilito un rapporto di franca chiarezza - ha dichiarato il consigliere delegato all'edilizia scolastica Luca Frangioni - i giovani sono portatori di esigenze reali a fronte di un anno che ha messo a dura prova tutto il mondo della scuola. Ho illustrato il piano di investimenti di dieci milioni che la Provincia ha adottato in seguito ai finanziamenti del Governo: un piano che con i suoi interventi strutturali è destinato a risolvere problemi strutturali, di spazi e di sicurezza. Naturalmente  ha tempi medio lunghi, dobbiamo aspettare che i finanziamenti ci vengano trafseriti poi procedere con le progettazioni e gli appalti. Per quanto riguarda i problemi contingenti di spazi e aule stiamo lavorando affinchè per settembre siano risolti con soluzioni tampone le criticità ineludibili: in particolare quelle riguardanti l'Alessandrini e il Milli di Teramo, il Saffo di Roseto. L'inagibilità dell'Ipsia di Teramo, con un effetto domino, ha obbligato al trasferimento degli studenti all'Alessandrini e al Milli che ora hanno bisogno di nuove aule per i loro iscritti. Queste aule verranno reperite nel secondo plesso del Comi, il cosiddetto Comi 2 anche grazie al trasferimento della Croce Rossa in altra sede. Tutte operazioni che verranno compiute durante l'estate. A Roseto, per risolvere la carenza di aule del Saffo, affitteremo una struttura privata. Naturalmente compiremo una verifica puntuale delle richieste che ci arriveranno dai dirigenti scolastici, è importante che le esigenze ci vengano comunicate a giugno in maniera da poterle affrontare prima della ripaertura del nuovo anno scolastico".

Nel corso dell'incontro si è tornati a parlare della palestra Mazzini di Teramo, struttura di proprietà della Regione Abruzzo, collocata a ridosso del Liceo Delfico, chiusa da anni. "Abbiamo accantonato la somma necessaria per gli interventi riguardanti l'adeguamento della sicurezza e formalizzato alla Regione la richiesta di comodato d'uso sottolineando la nostra disponibilità a farci carico dei costi per la riapertura e le manutenzione. Nei prossimi giorni incontrerò personalmente i referenti regionali sollecitando un riscontro ufficiale: in teoria non vedo problemi trattandosi di una struttura chiusa e inutilizzata" ha dichiarato a questo proposito Luca Frangioni.



archiviato sotto: ,

Valuta la qualità complessiva di questo articolo. Grazie

1.0
Nessuna valutazione inserita
Ricerca
Cerca nei contenuti

Cerca persone e servizi